Berlino: esplode il più grande acquario cilindrico del mondo

Il più grande acquario cilindrico del mondo chiamato AquaDom situato al centro dell’Hotel Radisson Collection in Germania, è scoppiato per cause finora sconosciute. Un totale di 1500 pesci di [...] ..

fn7ftH1

Il più grande acquario cilindrico del mondo chiamato AquaDom situato al centro dell’Hotel Radisson Collection in Germania, è scoppiato per cause finora sconosciute. Un totale di 1500 pesci di varie specie tropicali che abitavano l’acquario di proprietà di Sea Life sono finiti lungo il pavimento dell’hotel scivolando nelle fogne esterne. Il disastro ha causato gravi danni alla struttura alberghiera che non è stata ancora quantificata.

AquaDom era il più grande acquario cilindrico del mondo, situato nella hall dell’hotel Radisson Collection di Berlino e ospitava 1.500 pesci tropicali. L’hotel è una delle maggiori attrazioni turistiche della città grazie all’AquaDom e al complesso di altri acquari separati che sono installati al suo interno come parte di Sea Life, un acquario tedesco che secondo il suo sito ufficiale ha destinato parte dei suoi profitti per la conservazione delle specie marine.

L’impianto complessivo dell’acquario cilindrico raggiungeva i 25 metri di altezza, per cui era possibile osservarlo dalle diverse stanze adiacenti all’atrio, oltre ad ospitare un ascensore al centro del complesso cilindrico. Il serbatoio, da parte sua, misurava 16 metri di altezza per 11,5 metri di diametro con una capacità fino a un milione di litri d’acqua, il che lo rendeva il serbatoio cilindrico più grande del mondo, secondo lo stesso sito web AquaDom.

Il più grande acquario cilindrico

Poco prima delle sei del mattino, ora locale, l’acquario AquaDom situato nella hall dell’hotel Radisson Collection è esploso, rilasciando il milione di litri d’acqua che conteneva nel suo percorso, oltre ai 1.500 pesci tropicali che lo abitavano.

Il torrente d’acqua dispiegato dall’acquario cilindrico ha portato via i mobili dell’albergo ed è riuscito a far saltare porte e finestre, oltre a strutture commerciali situate al piano terra. La pressione dell’acqua era tale che il flusso d’acqua riuscì a raggiungere Karl-Liebknecht Street, allagando una delle strade più trafficate della capitale tedesca.

Sul posto si sono recati circa 100 vigili del fuoco per salvaguardare l’integrità degli ospiti che sono stati evacuati, il saldo è di due persone con ferite lievi dovute a tagli di vetro. Purtroppo nessuna delle 1.500 specie di pesci tropicali è stata salvata, molte delle quali sono finite per essere trascinate nelle fogne esterne.

“Sfortunatamente, nessuno dei 1.500 pesci è stato salvato”, ha riferito il sindaco di Berlino Franziska Giffey.

Cause sconosciute

L’AquaDom è stato inaugurato nel 2003, momento in cui ha fatto scalpore per essere il più grande acquario cilindrico del mondo. Ma dopo 16 anni di attività, l’acquario ha chiuso temporaneamente nell’ottobre 2019 per una costosa ristrutturazione del valore di 2,6 milioni di euro. La riapertura è avvenuta nell’estate del 2020, nel pieno della pandemia di coronavirus. Secondo Sea Life, la ristrutturazione ha incluso il rinnovo delle guarnizioni in silicone, oltre a una profonda pulizia del fondo della vasca.

Dopo l’incidente, l’azienda ha annunciato attraverso un comunicato che le cause dell’esplosione dell’acquario cilindrico “non sono ancora chiare”, mentre un portavoce dei vigili del fuoco ha affermato che potrebbe trattarsi di un cedimento costruttivo. “Non stiamo parlando di una perdita causata da una crepa; l’acquario è scoppiato, e questo è un difetto di fabbricazione“, ha detto il portavoce.

Sebbene l’incidente abbia causato danni il cui costo materiale è ancora sconosciuto, l’impatto maggiore è stata la perdita di preziose specie di pesci tropicali. È il chiaro esempio di negligenza umana nei confronti del trattamento degli animali, dove la pretesa superava lo spirito di conservazione naturale.