Cosa sono gli Aloni Solari? La spiegazione sull’arcobaleno circolare (Halo) attorno al Sole

La natura ci regala come sempre immagini incredibili. Una delle più sorprendenti, proprio per la frequenza con cui è stata osservata, è stata quella degli aloni solari....

Cosa sono gli Aloni Solari? La spiegazione sull'arcobaleno circolare (Halo) attorno al Sole.

Questo fenomeno è una combinazione di fattori ottico-meteorologici ed è costituito da una circonferenza luminosa e iridescente che circonda il Sole. Succede normalmente durante i mesi invernali ed è più comune nelle aree ghiacciate del pianeta. Pertanto, essere in grado di osservarlo in diverse parti d’Italia e su base ricorrente è stato piuttosto sorprendente in questo periodo dell’anno.

Come si formano gli aloni solari (halo)

Per capirlo, dobbiamo sapere che la luce emessa dal Sole è luce bianca che si scompone in tutti i colori quando si verifica il fenomeno della rifrazione. Questo concetto di ottica ci dice che quando la luce passa attraverso determinati media non segue la stessa direzione, ma viene deviata. Ciò fu dimostrato da Isaac Newton nel 1667, che verificò che passando la luce bianca attraverso un prisma di vetro si decompone in diversi colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu, ecc.

Un cerchio attorno al Sole con arcobaleno

Il fenomeno ottico degli aloni solari si verifica in presenza di nuvole alte chiamate “cirri” che a causa della loro altitudine non sono costituiti da goccioline d’acqua sospese come la maggior parte delle nuvole ma da cristalli di ghiaccio. Questi cristalli agiscono come prismi di vetro e quando la luce del sole cade su di essi ad una certa angolazione, la luce bianca si scompone nei colori che compongono l’anello iridescente intorno al sole.

Questo spiega la tonalità del cerchio formato ma non il perché ha questa forma.

Per spiegare la questione del cerchio, dobbiamo sapere che l’angolo di incidenza e l’uscita della radiazione solare quando si ripercuotono su quei cristalli di ghiaccio è decisivo nel formare un alone solare, la rifrazione della luce solare visibile deve essere prodotta con un angolo di 22º.

Anche la luce della luna può generare aloni, anche se sono molto più difficili da osservare e tendono anche ad essere più deboli perché il nostro satellite emette una luce meno intensa di quella della stella.

Tuttavia, non è l’unico fenomeno ottico che il cielo può darci in congiunzione con la meteorologia, dal momento che parelieli, archi circonvallali, iridescenze o pilastri di luce (molto belli da vedere) possono apparire attraverso processi simili.

“Un alone di 22° è un tipo particolare di alone (fenomeno ottico) che forma un cerchio di 22° attorno al Sole o, più raramente, attorno alla Luna. Si forma quando la luce solare è rifratta da milioni di cristalli di ghiaccio esagonali sospesi nell’atmosfera e orientati in tutte le direzioni. Il raggio corrisponde all’incirca alle dimensioni di una mano aperta alla distanza del braccio teso” – [Wikipedia].