Francia dichiara per la prima volta l’allarme rosso per il calore

Il Servizio meteorologico della Francia ha annunciato l’attivazione di un allarme rosso per il caldo, la prima volta che è ...

Francia dichiara per la prima volta l'allarme rosso per il calore.

Il Servizio meteorologico della Francia ha annunciato l’attivazione di un allarme rosso per il caldo, la prima volta che è stato attivo nel paese da quando il protocollo è stato creato nel 2004. In particolare, sarà in quattro dipartimenti nel sud-est del paese, dove questo venerdì Può raggiungere fino a 45 gradi.

L’allarme rosso nei dipartimenti di Gard, Vaucluse, Hérault e Bouches du Rhône è il risultato di temperature che potrebbero superare il picco storico del paese, i 44,1 gradi Celsius registrati nelle città di Saint-Christol-lès- Alès e Conqueyrac, nella stessa zona, nell’agosto 2003.

Il provvedimento comporterà la cancellazione di tutti i viaggi scolastici e gli eventi festivi, ad eccezione di quelli organizzati in spazi refrigerati. Il provvedimento è stato annunciato dal ministro della Sanità, Agnès Buzyn, davanti alla stampa.

Buzyn, che si è stato presentato con il direttore generale della salute, Jérôme Salomon, ha dichiarato che le attività sportive nelle scuole saranno annullate e che i genitori potrebbero scegliere di

non portare i loro figli a scuola.

Il ministro ha sottolineato che l’attuale ondata di calore iniziata in Francia all’inizio della settimana è “eccezionale per la sua intensità”.

“È senza precedenti, senza precedenti in Francia”,  ha insistito Salomon, che ha chiesto agli abitanti delle zone più colpite di limitare le attività all’esterno e di rinunciare a fare sport perché il caldo estremo è pericoloso anche per le persone in buona salute.

Oltre a questi quattro dipartimenti, ci sono altri 76 dei cento che la Francia ha, in allerta arancione. Gli unici rimasti sul margine si trovano sulla costa atlantica.