Alieni su Venere? Scoperta la Fosfina in Atmosfera: Presenza di Vita Extraterrestre?

Scienziati: "La fosfina potrebbe provenire da fotochimica o geochimica sconosciuta o, per analogia con la produzione biologica di PH3 sulla Terra, dalla presenza della vita"....

Alieni su Venere? Scoperta la Fosfina in Atmosfera: Presenza di Vita Extraterrestre?

Un team internazionale di scienziati ha scoperto una sostanza chimica inaspettata tra le nuvole di Venere, il pianeta più vicino alla Terra. Si tratta della fosfina o PH3, che potrebbe indicare la presenza di vita extraterrestre, hanno riferito gli autori di un recente studio.

La scoperta è stata resa possibile dalle osservazioni con telescopi effettuati dalle Hawaii e dal Cile nel 2017 e nel 2019. Il gas è stato trovato a circa 53-62 chilometri sopra la superficie di Venere. Mentre sulla superficie del pianeta la temperatura e la pressione sono estremamente elevate, con le nuvole alte le temperature sono piuttosto miti, fino a 30 gradi Celsius.

Secondo i ricercatori, la fosfina rilevata “potrebbe provenire da fotochimica o geochimica sconosciuta o, per analogia con la produzione biologica di PH3 sulla Terra, dalla presenza della vita”.

I ricercatori hanno cercato di attribuire la misteriosa scoperta di PH3 su Venere a vari processi atmosferici, chimici e geologici, tra cui fulmini, vulcani, vento solare e persino meteore. Tuttavia, nessuna di queste possibili fonti sembra adattarsi a quanto osservato.

“Se nessun processo chimico noto può spiegare il PH3 nell’atmosfera superiore di Venere, allora deve essere prodotto da un processo che in precedenza non era considerato plausibile per le condizioni su Venere”, hanno concluso gli scienziati. “Questa potrebbe essere una fotochimica o geochimica sconosciuta o forse la vita”, indica lo studio.

Gli autori sottolineano che la rilevazione della fosfina non può essere considerata una prova concreta della presenza di vita microbica su Venere, indicando solo che su questo pianeta avvengono processi geologici o chimici potenzialmente sconosciuti alla comunità scientifica.

Come è stata scoperta la fosfina?

La prima prova della presenza di questo gas è stata catturata dalle Hawaii dal James Clerk Maxwell Telescope (JCMT, per il suo acronimo in inglese). Gli astronomi hanno proseguito la loro ricerca con 45 telescopi dell’associazione internazionale ALMA in Cile.

“Con nostro grande sollievo, le condizioni di ALMA erano buone per le osservazioni di follow-up, mentre Venere era ad un angolo adeguato rispetto alla Terra. Tuttavia, l’elaborazione dei dati era difficile”, ha ammesso la dottoressa Anita Richards dell’Università. da Manchester (Inghilterra), che fa parte del team scientifico. Infine, dopo sei mesi di elaborazione dei dati, la scoperta è stata confermata.

Al momento, la teoria sulla presenza della vita non sembra molto affidabile, poiché l’ambiente nell’atmosfera venusiana è “estremamente disidratante e iperacido” per ospitare organismi viventi, suggeriscono gli scienziati.

Per determinare l’esatta fonte di PH3 su Venere e dimostrare l’ipotesi della presenza di vita nelle sue nuvole, gli scienziati ritengono importante effettuare ulteriori studi ed eventualmente organizzare una spedizione sul pianeta per effettuare misurazioni sul posto.


Fonte: articolo dal titolo “Phosphine gas in the cloud decks of Venus” pubblicato questo lunedì sulla rivista scientifica Nature Astronomy.