1300 persone sono ancora disperse alle Bahamas dopo l’Uragano Dorian

Quasi 1300 persone rimangono disperse alle Bahamas a seguito del passaggio dell’uragano Dorian, hanno detto giovedì le autorità, che ha ...

1300 persone sono ancora disperse alle Bahamas dopo l'Uragano Dorian.

Quasi 1300 persone rimangono disperse alle Bahamas a seguito del passaggio dell’uragano Dorian, hanno detto giovedì le autorità, che ha ridotto la cifra rispetto alle 2500 precedentemente riportate. La Bahamas Emergency Management Agency (NEMA) ha attribuito la diminuzione al fatto che le persone scomparse erano nei rifugi predisposti per le vittime. Le autorità hanno affermato che il devastante uragano di categoria 5 ha provocate finora la morte di 50 persone. Hanno anche espresso il timore che il numero aumenterà in modo significativo.

“Secondo le informazioni che ho e ciò che so, ci sono centinaia di persone morte”, ha detto mercoledì l’ex primo ministro Hubert Ingraham, citato dal quotidiano Nassau Guardian. La ricerca di persone “è un processo lento”, ha dichiarato il commissario di polizia delle Bahamas Anthony Ferguson in una conferenza stampa.

“Dobbiamo passare attraverso tutte quelle macerie, prenderci il nostro tempo e guardare”. “Ci vorrà molto tempo per dire davvero il numero finale“, ha detto. Carl Smith, un portavoce della NEMA, ha affermato che 150 persone erano attualmente in rifugi sull’isola di Grand Bahama e 2000 a New Providence, con sede a Nassau.

Bahamas, in arrivo tempesta tropicale.

Nel frattempo è allerta per una nuova tempesta tropicale sulle Bahamas appena devastate dall’uragano Dorian. Il National Hurricane Center di Miami (NHC) ha avvertito che una nuova depressione si è formata vicino alle Bahamas e dovrebbe diventare una tempesta tropicale entro sabato. Sulla traiettoria della nuova tempesta le isole Grand Bahama e Abaco, già duramente colpite. Si prevedono venti a 100km e piogge intense mentre le Bahamas non hanno ancora finito di contare i danni e i morti provocati da Dorian.